Archive for Mag 2011

Giocare con il cane…

Alla domanda “Come giochi con il cane?” i proprietari raccontano quali sono i giochi che propongono al loro cane elencando le seguenti attività:

. Lancio della pallina

. Lancio del bastone o del sasso

. Gioco di lotta

. Giocare a rincorrersi

Oppure mi rispondono spesso: “il cane gioca da solo e distrugge tutti i giochi che gli ho comprato.”

Ascoltando queste risposte noto subito quanto poco si pensa a sviluppare alcune doti nel cane, quali gli autocontrolli. Perché giocare con il cane non significa solo farlo muovere e sfogare fisicamente ma significa soprattutto far trascorrere in maniera costruttiva del tempo con lui. Bisogna ricordare che per il cane, come per tutti gli animali sociali, il gioco rappresenta la base per la formazione del carattere, l’apprendimento di nuove conoscenze e un bagaglio esperienziale che gli servirà durante tutta la sua esistenza.
Giocare aumenta e migliora l’autostima nel cane timoroso, insegna a gestire gli autocontrolli del cane, e a migliorare la percezione del corpo del cane stesso.

Giocare con un cucciolo

Con un cucciolo è importante sapere come giocare, quali giochi permettergli e come interrompere le sue continue richieste di attenzione. Sono da evitare giochi con stracci e oggetti che assomiglino ad indumenti umani, evitate anche ciabatte o scarpe anche vecchie, visto che poi non saprà riconoscerle da quelle nuove.
Un cucciolotto spesso per giocare salta addosso e morde mani e piedi (soprattutto i pantaloni mentre si cammina), per attirare l’attenzione. E noi il più delle volte per mandarlo via, lo allontaniamo con le mani, convinti che prima o poi smetterà. Il modo migliore per interrompere questo comportamento sgradito è distrarre il cucciolo con un altro gioco, una treccia o una pallina e ignorare il comportamteo se si dovesse ripresentare. Per natura generalmente questo comportamento cessa con la crescita.

border collie maschio

Lanciare la pallina è uno dei giochi più conosciuti e apprezzati da cani e padroni, ma non sempre esso è un gioco costruttivo e utile. Può capitare con soggetti iperattivi che invece di stancare il cane, esso si allena solo ad essere più eccitato dalla sola vista della pallina stessa. In questi casi è bene fare attenzione e proporre al cane, per esempio, un approccio diverso alla pallina. Si può far annusare la pallina al cane e tenendo il cane fermo, andarla a nascondere da qualche parte. Tornare dal cane e fargliela cercare. Il cane sarà entusiasta di questo nuovo gioco!

00 gioco palla

Le sessioni di gioco dovranno essere brevi. Pochi minuti per un cucciolo di 3 mesi sono più che sufficienti.
Ogni età evolutiva dovrà essere accompagnata da giochi e attività differenti. Prima dei 5 mesi non iniziare attività come tricks o addestramento al resta ecc in quanto il cervello del cucciolo non è sufficientemente pronto a gestire tutti gli autocontrolli richiesti. Con un cucciolo di questa età consiglio di giocare con la treccia in tutti i contesti possibili e abituarlo fin da subito ad affrontare positivamente alcune esperienze della vita.
Al cucciolo di 3 mesi consiglio di fare esclusivamente il cucciolo!!! Ci sarà tempo x insegnargli attività e giochi…l’unica cosa necessaria è costruire un buon richiamo!
Un cucciolone di 7 mesi invece è un’esplosione di vitalità che va giustamente incanalata in attività propedeutiche. Con un cane di 7 mesi inizio a lavorare sull’equilibrio e sulla percezione del suo corpo con esercizi di balance evitando in ogni caso i salti per evitare problemi alle articolazioni.

Annunci

Stage cinofilo: foto e mobility dog

Si è svolto oggi il primo stage cinofilo presso il centro cinofilo, il clima atmosferico è stato favorevole, splendida mattinata all’insegna del divertimento e della compagnia dei nostri amici a 4 zampe… inseriti in un contesto naturale e spazioso.

L’affiatamento si è creato subito tra tutti i membri del gruppo, umani e canini, non sono sorti problemi ma anzi le lezioni di Mobility Dog si sono svolte nel migliore dei modi.. questo a dimostrazione che un cane educato e socievole è un cane felice….

I corsi di mobility dog si tengono presso il centro cinofilo (Castrette di Villorba – via S. Marsoni 2). Consultare il calendario per la stagione 2011/2012.

Per info: 349/1611912 Laura

«Il metodo dog whisperer? E’ pericoloso!!»

MILANO – Personaggio mediatico lo è sicuramente, conduttore televisivo di successo anche. E pure come businessman le cose non gli vanno affatto male. Ma Cesar Millan, l’uomo da 100 milioni di dollari che negli Usa ha costruito un piccolo impero economico sull’educazione dei cani riottosi, non è quel fenomeno capace di fare miracoli che appare in tv. A sostenerlo è Asetra, l’Associazione studi etologici e tutela della relazione con gli animali, che assieme ad alcuni veterinari comportamentalisti si sta attivando per chiedere la sospensione di «Dog Whisperer» il reality show che da questa stagione va in onda anche in Italia (negli Usa è al sesto anno di programmazione) sul canale Nat Geo Wild. «Eventualmente anche addivenendo alle vie legali» puntualizza la portavoce Laura Borromeo, secondo cui quanto viene presentato ai telespettatori «riporta il mondo del comportamento animale indietro di decine di anni».

«CANI TERRORIZZATI» – Nel mirino ci sono i metodi usati da Millan, che secondo Asetra infierirebbe sui cani «asfissiandoli, terrorizzandoli e inducendo i proprietari a pensare giusto utilizzare i suddetti metodi mettendo a rischio la loro incolumità e quella degli animali». Nel proprio sito l’associazione dedica due lunghi interventi al «dog whisperer», manifestando perplessità fin dal nome scelto per lo show, perché tradotto significa letteralmente “l’uomo che sussurra ai cani”: «E qui sorge un grosso problema etico in quanto di fatto il soprannome è stato scippato al famosissimo addestratore di cavalli Monty Roberts che ha messo a punto e divulgato il metodo di doma gentile e che, per questo, è stimato e imitato in tutto il mondo». Per i soci di Asetra, invece, «Millan conosce un solo metodo, qualsiasi sia il problema: forzatura e punizione. I risultati, talvolta anche immediati, saranno solo transitori. I suoi metodi sono sbagliati, in alcuni casi pericolosi, e spesso disumani».

COLLARE A STRANGOLO – E ancora: «Mette a rischio la relazione delle persone con i loro cani con “perle di saggezza” con cui catechizza i proprietari, enunciate come rivelazioni di psicologia canina mentre sono invenzioni di pura fantasia, sempre le stesse a spiegazione di qualsiasi problema: 1) Questo cane è troppo amato, date troppo affetto al cane 2) Per questo motivo è diventato “dominante” 3) Dovete “sottometterlo” per rimettere le cose a posto». Nel mirino ci sono anche gli interventi pratici, in particolare il dito è puntato contro l’uso del «collare a strangolo», uno strumento «di solito molto sottile perciò molto funzionale, posizionato subito sulla seconda vertebra cervicale in modo che, tirando anche lievemente, si ottiene un effetto efficacissimo sulla laringe che produce il soffocamento. Abbiamo assistito a episodi di violento strangolamento protratto fino alla perdita della capacità di mantenere la stazione eretta e perfino alla perdita di conoscenza».

«DOMINANZA? NO GRAZIE» - All’Asetra, insomma, non piace il concetto di dominanza, «concetto che, il più delle volte, è completamente fuori luogo proprio nella accezione comune quando si parla di cani e non di lupi, lo somministra a spiegazione di ogni sorta di comportamento negativo il cane stia manifestando, anche quando è palese a un occhio esperto che l’animale sia insicuro, spaventato, stressato, frustrato, talora preda di compulsioni. Come conseguenza immediata il cane, già instabile e che a causa della sua instabilità e insicurezza ha sviluppato strategie inappropriate e inefficaci di interazione con il mondo sociale o fisico, dopo essere stato sottoposto ad abusi psichici e fisici, comprenderà che nel futuro sarà meglio tentare altre strategie, e queste negli animali in preda a stato ansioso e emozioni negative saranno basate o sulla fuga o sull’attacco. E in casa non si può fuggire.»

Cappellino personalizzato

Possibile personalizzare con nome del cane
Per le prime 10 richieste cappellino bianco omaggio. 
Possibile variante blu con 5€ di spesa.

 

Nuovo evento > 29 maggio 2011

In programma un nuovo stage… Mattinata di avvicinamento all’agility e mobility dog!!!

Clicca sul link per vedere la locandina… ancora pochi posti disponibili.. affrettati!

https://denebystar.wordpress.com/stage/

Inserzione pubblicitaria

I nostri amici!…nuove pagine…

Sul menu “foto e video” troverete le vostre foto.

Per chi ha intrapreso assieme al proprio amico un percorso educativo, più o meno lungo, che porterà molti benefici alla vita di coppia del binomio Uomo-Cane. Educare un cane non è soltanto insegnargli a fare qualcosa, ma è soprattutto crescere assieme e divertirsi con lui… perché averlo accanto potrà portare solo positività nella nostra vita.

E quindi ecco qualche pagina dedicata interamente a chi è passato di qua, e ha imparato qualcosa in più, per vivere e migliorarsi ogni giorno.

Buona visione a tutti!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: