Posts Tagged ‘bastardini’

Nuova sede

A partire dal 1° maggio 2013

il Centro Cinofilo Educativo Denebystar

si sposterà ufficialmente in via Montello 47/49, Villorba (TV)

Denebystar

campo denebystar

Ti aspettiamo!

Vieni a trovarci!

Annunci

Pranzo Natalizio associati

Il 15 dicembre 2012 si è svolto il pranzo natalizio del Denebystar all’insegna del divertimento, del buon cibo, del vino e della compagnia….in 12 persone sedute attorno al tavolo con altrettanti pelosi accucciati tranquillamente accanto….ecco alcune foto del pranzo!pranzo natale DSCN5640_mod DSCN5644_gugo DSCN5657_tavolata DSCN5658_mod DSCN5661_tav DSCN5662_tav DSCN5665_giorgia DSCN5705_elena DSCN5706_gruppo

Si ritorna a scuola

Si ritorna a scuola, con un po’ di ritardo rispetto agli studenti umani, ma anche i cagnolini riprendono le lezioni.
Educazione di base, Agility dog, dog dance e mobility dog su appuntamento tutti i giorni (escluso il lunedì) dalle 09.00 alle 12 e dalle 14.30 alle 17.30. Domenica solo mattina.

Bentornati!

Educazione del cane Personalizzata

Educare un cane..

Si parla tanto di educazione del cane…ma cosa significa davvero educare. Dal latino deriva da “educere” ovvero tirar fuori. Portare fuori qualcosa che c’è all’interno. Ovvero in soggetti in età infantile costruire un carattere in base alle competenze acquisite nel tempo.

Da wikipedia:
L’educazione è il processo e l’attività volta allo sviluppo e alla formazione di facoltà e attitudini mentali, sociali e fisiche di un individuo.

Un cane educato è quindi un cane che ha delle competenze sociali, mentali, fisiche e ludiche che bene si adattano alla vita di condivisione con l’uomo nell’ambiente urbano. Il compito dell’educatore e soprattutto del suo partner umano è costruire tali competenze nel rispetto del soggetto e delle sue caratteristiche.

Insegnare un seduto o un terra non è quindi solo un rispondere a un comando, ma diventa una competenza del soggetto e più noi siamo in grado di aprire la mente del cane a situazioni differenti maggiore sarà la possibilità di inserire il comportamento del “seduto” anche in ambiti sconosciuti al cane, o che lui stesso affronta per la prima volta, a volte lontano dal conduttore.

Per questo e per molti altri motivi è importantissimo iniziare fin dai primi giorni dapprima in casa, poi in ambienti sempre differenti… non tanto per addestrarlo a dei comandi…quanto a renderlo in grado di relazionarsi in modo positivo all’interno del mondo, non in maniera passiva, ma come soggetto attivo con capacità mentali e psicofisiche idonee.

Testo: Laura Conte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: